Adam Ondra – the perfect kneebar

L’evoluzione del gesto dell’arrampicata continua. Fino a non molto tempo fa c’era chi criticava l’uso delle ginocchiere da parte di Ondra, oggi usarle è normale e addirittura si cercano i migliori incastri di ginocchio per i riposi migliori. E dalla roccia questo movimento è passato anche alle competizioni.

Guadagnare anche solo pochi secondi, in realtà sono quasi 19 nel giro buono, guadagnati grazie a kneebar senza utilizzare le mani, possono fare la differenza su blocchi o vie di resistenza.

Un collegamento di 28 movimenti per creare una nuovo boulder gradato 8C+. L’unico modo per arrivare alla fine è trovare il perfetto kneebar e riposare avambracci e mani.

Everything is trainable

Adam Ondra