Oro per Janja Garnbret e Alberto Ginés Lopez

È finita da pochi minuti anche la finale olimpica femminile e Janja Garnbret e Alberto Ginés Lopez sono i primi vincitori della medaglia d’oro

Due finali olimpiche che purtroppo non hanno visto la presenza degli italiani, ma che comunque hanno regalato un grande spettacolo. Ieri, nel pomeriggio italiano, il 18enne spagnolo Alberto Ginés Lopez ha vinto la classifica della combinata maschile diventando anche il più giovane campione olimpico spagnolo. Sugli altri gradini del podio salgono Nathaniel Coleman e Jakob Schubert. Una finale, quella maschile, che non ha visto la presenza di Bassa Mawem, detentore del record olimpico nella speed (5.45 secondi), per un infortunio durante le qualifiche.

Alberto Ginés Lopez vince l'oro alle Olimpiadi

Alberto ha trionfato nella speed, battendo Tomoa Narasaki con un tempo di 6.45. Nel boulder è stato Nathaniel Coleman a trionfare, mentre Jakob Shubert si è messo dietro tutti nella Lead, essendo l’unico a raggiungere il Top.

La finale femminili di queste Olimpiadi di Tokyo hanno visto dominare Janja Garnbret. Quella che ormai è la regina indiscussa dell’arrampicata ha ottenuto subito un ottimo quarto post nella disciplina a lei meno congeniale: la Speed. In una finale boulder avara di Top lei riesce comunque a portarsene a casa due, unica atleta a riuscirci, e vince così la specialità. Anche nella Lead poche possono attaccarla. Chiude con un 37+ davanti a Seo Chaehyun che si ferma a 35+. È medaglia d’oro seguita da Miho Nonaka e Akiyo Noguchi.