Aprite le palestre d’arrampicata

Petizione online per aprire le palestre d’arrampicata

È un periodo difficile, per tutti non solo per i climbers sia chiaro. Ma qui d’altronde si parla di questo sport. Gli appassionati sono lontani dalla roccia e anche dalle sale indoro, per non parlare di chi ne è proprietario. Magari con sacrifici è riuscito a realizzare un sogno: fare della propria passio una professione. E oggi vede tutto questo crollare. Forse non è colpa di nessuno, ma l’incertezza e il non vedere nessuna via d’uscita non aiutano ad accettare la cosa.

Sul sito Change.org, che vi abbiamo già segnalato in diverse occasioni, è stata lanciata una petizione per poter riaprire le palestre d’arrampicata. Per chi volesse firmarla trova il link al fondo di questo articolo

«Nei pochi mesi di apertura del 2020 sono stati predisposti e rispettati rigorosamente i protocolli federali, approvati da CTS, che comprendono il tracciamento personale, il non utilizzo di spogliatoi e docce, gli ingressi contingentati, la disinfezione frequente degli ambienti, la separazione dei flussi di persone in entrata ed uscita.

In Italia non si ha notizia di alcun focolaio Covid partito e sviluppato in una palestra di arrampicata. Eppure siamo ancora chiusi e i ristori predisposti dal governo non arrivano neanche lontanamente a coprire le spese fisse e sono ridicoli se confrontati alle misure analoghe predisposte ad esempio in Inghilterra e Germania.»

Qui trovate il link per la petizione