Recensione – Topo Athletic Ultraventure 2

Dopo aver recensito le loro cugine più tecniche, le MTN Racer, torniamo a parlare di un altro modello dell’azienda americana Topo Athletics: le Ultraventure 2. 

Anche se condizionati dalle frequenti zone rosse, abbiamo deciso di provare queste scarpe. Ovviamente il terreno di gioco non è stato quello classico del trail running: niente montagne, niente salite e discese impervie, ma boschi collinari e percorsi più cittadini, senza comunque farci mancare le lunghe distanze.

Uscita tipo

Immaginate uno stretto sterrato in collina, circondato da campi arati che dopo la prima salita lasciano presto il posto ai ciliegi in fiore e poi ad un fresco boschetto di castagni. 

Percorsi che ben si prestano ad una andatura mista di corsa e camminata, dove si rallenta anche solo per riuscire a godere della paesaggio circostante e della primavera che arriva sotto forma di migliaia di fiori e bocciali colorati.

Percorsi che, vuoi per comodità, vuoi per necessità, consentono di non prendere la macchina e quindi comprendono anche brevi tratti di asfalto che collegano il proprio punto di partenza agli idilliaci scenari di prima.

Queste sono state le uscite tipo dove abbiamo provato le Ultraventure 2, oserei dire con grandi soddisfazioni.

Calzata

Devo essere sincera, con le Ultraventure 2 non è stato amore a prima vista: non essendo abituata al “Roomy toe box”, caratteristico di tutte le calzature Topo Athletics, pensavo che tutto quello spazio in punta avrebbe significato una scarsa tenuta nella zona della caviglia e del collo del piede.

Mai prima impressione fu più sbagliata. 

Il maggiore spazio per la dita dei piedi non solo aumenta il confort, soprattutto quando i piedi iniziano a gonfiare, ma crea un ampia zona per l’appoggio aumentando il grip già garantito dalla suola Vibram® XS Trek EVO. Tutto questo senza compromettere la stabilità del passo e il supporto a collo e caviglia. Il sistema di allacciatura con passanti in corda al posto dei tradizionali occhielli prende la forma del collo senza cedere e senza slacciarsi. Inoltre il collare imbottito alla caviglia e il contrafforte esterno in TPU nella zona del tallone hanno assicurato il sostegno alla e la tenuta del piede anche nelle discese più ripide.

La vestibilità è resa confortevole anche dalla tomaia sviluppata con un mesh ingegnerizzato traspirante a maggiore tenuta grazie al minor numero di sovrapposizioni stampate. Purtroppo non abbiamo avuto occasione di provare la sua reazione al fango, ma possiamo sicuramente confermare che i piedi sono rimasti freschi fino alla fine.

Suola e intersuola

Altro dettaglio a cui potrebbe essere necessario abituarsi è il drop molto basso (5 mm) che sicuramente garantisce un andatura perfetta durante la corsa, ma potrebbe spaventare i più orientati ad una camminata veloce.

Come già detto, il grip sicuramente non vi mancherà: la suola Vibram® XS Trek EVO è una garanzia e i tasselli non così pronunciati come in altre scarpe rendono le Ultraventure 2 adatte anche per brevi tratti di camminata su asfalto, pur mantenendo un’ottima aderenza su terra. 

Durante tutte le prove si sono dimostrate leggerissime (235 g) e dotate di una buona sensibilità: l’intersuola è in EVA iniettato in 3 pezzi a densità differenziata, più morbida vicino al piede e più reattiva sul fondo, mentre il plantare antimicrobico Ortholite® resiste alla compressione potenziando in maniera significativa la sensazione di reattività durante la corsa.

Design

Sebbene sicuramente non sia la priorità quando si tratta di scegliere una scarpa da trail, anche l’occhio vuole la sua parte e nel caso delle Ultraventure 2 l’ha ottenuta tutta.

I colori più accesi (soprattuto per donna, il berry orange è veramente accattivante) rispetto al modello precedente e una linea meno “da montagna”, vi faranno venire voglia di usarle anche al di fuori dei vostri allenamenti.

Conclusioni

Sono stata piacevolmente sorpresa dalle Ultraventure 2. Sebbene meno strutturate di altri modelli più propensi al solo trail running, si sono distinte per il loro confort e stabilità e sono state perfette per gli itinerari di media distanza di corsa mista a camminata veloce.

Dettagli tecnici

PESO: 295 g (taglia 9 M) – 235 G (taglia 7 W) 

DROP: 5 mm

SUOLA: 6 mm Vibram® XS Trek EVO

INTERSUOLA: 19 mm EVA iniettato in 3 pezzi (tacco) // 14 mm EVA iniettato in 3 pezzi (punta)

PLANTARE: 5 mm Ortholite®

ALTEZZA TOTALE: 30 mm X 25 mm

PREZZO CONSIGLIATO: € 170